Il festival delle lanterne galleggianti

Chidorigafuchi Moat a Chiyoda

Questo è il primo ‘festival’ a cui abbia mai preso parte in Giappone. Festival tra virgolette perché non è il classico matsuri con le bancarelle di cibo, i giochi né, tanto meno, i fuochi d’artificio.

Sabato 30 luglio, verso le 17:30, mi trovavo sulle sponde del fossato del palazzo imperiale, a Chiyoda, per assistere al secondo giorno del Toro Nagashi, il festival delle lanterne galleggianti. Circa 2000 lanterne sono state accese e rilasciate a vagare nell’acqua.

Ⓒ Chiyoda City Tourism Association

Le persone intervenute avevano la possibilità di acquistare una lanterna, decorarla, scrivervi sopra i propri desideri e affidarla alle acque. I più fortunati, partecipando a una lotteria, potevano assicurarsi una barca a remi e rilasciare la propria lanterna da quella, per poi fluttuare per un’ora in un mare di lucine.

Per quanto potrebbe aver richiesto minori sforzi organizzativi rispetto ad altre manifestazioni, è stato un evento di grande atmosfera creata dall’ambientazione, le musiche e la semioscurità.

Concludo con una curiosità. Da quando sono arrivata a Tokyo non avevo mai visto così tanti stranieri tutti insieme, ho persino chiaramente distinto qualche voce italiana.

Qui sotto qualche link in cui si possono vedere delle immagini davvero evocative...

See you soon cyberspace cowboy…

Link:
Articolo di Time Out grazie al quale sono venuta a conoscenza del festival: https://www.timeout.com/tokyo/news/thousands-of-lanterns-will-be-floating-on-the-chidorigafuchi-moat-at-this-festival-061722
Pagina web ufficiale (non so per quanto sarà disponibile online): https://visit-chiyoda.tokyo/floating.lantern/

Commenti