martedì 5 agosto 2014

Fifty shades of... otium

Ah, l'otium... la vita libera da occupazioni è un lusso che, per ora, non mi è concesso. Come la maggior parte delle persone, al più, posso oziare durante le pause tra un impegno e l'altro, a tratti. Di solito, per me, l'ozio si declina sotto diverse forme...

Luglio col bene che ti voglio...
Luglio è uno dei mesi estivi per eccellenza, insieme ad agosto. Se le persone incominciano ad andare in vacanza, io dovrò aspettare fino a settembre, però ho trovato il modo di fare un po' delle cose che mi piacciono e di approfittare di alcune delle occasioni che porta l'estate.

Teatro
Anche nel Lake District le arti vanno forte e vi ci si dedica particolarmente nei piccoli centri. Nel villaggio di Grasmere, dove William Wordsworth trascorse parecchi anni, è tutto un pullulare di artisti (la famiglia Heaton Cooper, per esempio,) cantastorie (quali Taffy Thomas) ed è purse sede di una compagnia teatrale, i Grasmere Players.

© Westmorland Gazette


Luglio per me si è aperto con la partenza da Londra (malinconia,) ma anche con la rappresentazione de La dodicesima notte di Shakespeare messa in scena dai Grasmere Players. Produzione amatoriale, senza effetti speciali, ma davvero realizzata con impegno e passione per la recitazione e il teatro. Dei Grasmere Players avevo già visto la recita natalizia Hansel & Gretel, che mi aveva fatta spataccare dalle risate, come è giusto che sia per le tradizionali Christmas pantomime britanniche.
Fun fact: la sera in cui ho assistito alla rappresentazione ci fosse presente anche una folta comitiva di studenti italiani che si trovavano a Grasmere alla scoperta di Wordsworth.

La coltura dello shopping
Io coltivo con piacere l'attività dello shopping, normalmente diventando eccessiva solo con i libri, tranne che nel periodo natalizio, in cui posso anche darmi alle spese pazze. Questo luglio, tuttavia, si è rivelato un mese di tanti e grandi acquisti perché ho trovato delle offerte imperdibili.

Nel Regno Unito, durante i saldi, si possono fare degli ottimi affari, sia facendo spese online, che nei punti vendita più tradizionali. Nella fotografia qui a sinistra si possono, in effetti, vedere anche gli scatoloni che contenevano i prodotti che ho acquistato in internet.

Nonostante la scarsa qualità dell'immagine, si possono intuire due temi prevalenti nel mio shopping: le borse e i libri.

Io sono davvero, davvero appassionata di borse. Non ho mai avuto una mania per le scarpe e i vestiti: per le prime, non ho interesse e metto sempre le stesse, per i secondi, idem, con la differenza che tendo anche a mettere quelli ereditati da parenti, pur di evitare di andare a comprarli. Il vestito blu che vedete è un'eccezione: mi serve per un matrimonio e, pure essendo di pura seta e fatto in Italia, l'ho pagato meno di venti sterline. Di necessità virtù, quindi.


Ma torniamo alle borse: 




Queste immagini parlano da sole. Le mie preferite sono quella nera, piccola, con dettagli in metallo dorato, perfetta per la sera, e il bauletto marrone e rosa, qui a destra (non ho potuto esimermi dal comprare anche il wristlet della stessta linea, che può sempre tornare utile come maxi-portafoglio o pochette da sera.)

Questo, per quanto riguarda la prima tranche di borse. Mi sarei anche fermata, ma poi mi sono imbattuta in una borsa superiore: una shopper dalla forma che incontrava il mio favore, grande e capiente, del mio colore preferito, il verde. Non ho potuto resistere alla tentazione e ho ceduto senza patemi. No, in realtà, avendola presa online, ero preoccupata che le capitasse qualcosa durante le vicessitudini della spedizione e della consegna. Nonostante il corriere me l'abbia lasciata all'ingresso (chiuso, ma a cui si può accedere senza chiavi,) è arrivata nelle mie mani sana e salva, come si può vedere nell'immagine qui sotto.


Libri, tanti libri e qualcosa d'altro...

Grandi offerte anche per quanto riguarda la narrativa.
Si vede facilmente Delia's shadow di Jaime Lee Moyer. Avevo puntato questo romanzo, ancora prima dell'uscita, lo scorso anno. Sino a qualche settimana fa, non ero convinta di fargli fare il salto di qualità dalla lista desideri al carrello, poi... Poi ho letto una recensione, in cui veniva avvicinato alla serie The graveyard Queen (ne ho parlato qui e qui) di Amanda Stevens e ho capitolato. L'ho iniziato da poco e, per ora, ho dei sentimenti contrastanti nei confronti di questo libro: mi piace, ma... vedremo, una volta raggiunta la fine.

Sotto al volume della Moyer, si trovano The Harrogate secret di Catherine Cookson, The things you do for love di Roisin Meaney e The Eyre affair di Jasper Fforde, che ho trovato in offerta 3X5 sterline che, semplicemente, non ho potuto ignorare. Per quel che ne so, la Cookson è praticamente sconosciuta in Italia, ma è stata l'autrice più letta in Gran Bretagna per anni.

In piedi, sulla sinistra, un angolino tutto per Louisa May Alcott. Ho sempre voluto leggere An old-fashioned girl, ma è sempre molto difficile da trovare nelle librerie tradizionali, quindi mi sono arresa a ordinarlo online. Sempre su internet ho trovato anche A long fatal love chase e Behind a mask and other thrillers, che fanno parte della produzione per adulti della Alcott. Dopo aver letto Un moderno Mefistofele, sono sempre stata incuriosita dalle storie che l'autrice di Piccole donne scrisse per il pubblico adulto, specialmente quelle un po' gotiche.


Non poteva mancare anche una seconda tranche di libri, più un CD, solo soletto, contenente alcune musiche per balletto di Tchaikovsky.

Alla base della pila di volumi, troviamo The collector of dying breaths di M. J. Rose, facente parte della serie di The reincarnationist e della sotto-serie di romanzi che hanno come protagonista Jac L'Etoile. Per quel che ne so, in Italia è stato pubblicato solo Il libro dei profumi segreti in questa serie, che non ha avuto un grande successo.

A seguire, bene in vista con la sua splendida copertina statunitense, Mrs. Poe di Lynn Cullen, che non avrei voluto compare, mi sarei voluta astenere, ma dopo aver letto le opinioni di Endimione (qui) ed Elisa (qui), ho deciso di procurarmi repentinamente.

Praticamente invisibile, di cui si può intravedere solo il dorso, è In the forest of forgetting di Theodora Goss, autrice che ha iniziato a incuriosirmi con il particolarissimo The thorn and the blossom (date un'occhiata al book trailer.)

Weekend editions...
I quotidiani mi piace comprarli nei fine settimana, quando si fanno ciccioni e si riempiono di inserti e riviste. Mi piace leggerli quando faccio colazione, possibilmente in un caffé, con un bel cappuccino e un muffin... ah, che soddisfazione!

Lo scorso weekend (2-3 agosto) sull'"FT Weekend Magazine", supplemento del "Financial Times" ho trovato un editoriale, Shelf improvement, sul rinunciare a compare libri per un anno e concentrarsi a smaltire i volumi accumulati e mai aperti.

L'articolo mi ha fatta sorridere, l'ho trovato interessante, ma Alice Fishburn ha scoperto l'acqua calda e lo ammette solo in parte. Ancora prima che la medesima giornalista congelasse l'impulso all'acquisto e Susan Hill scrivesse Howards End is on the landing, il book buying ban e il ritorno alla TBR pile erano stati abbracciati da lettori di tutto il mondo e di tutte le età. Alcuni ne hanno anche parlato su YouTube e hanno aderito a piani quali il Project 10 books.

Alice, se ti fossi informata un pochino di più, sono certa avresti scritto un articolo più accattivante.

Mi congedo. Quali sono le vostre attività oziose preferite o a cui vi siete dedicate di recente?   

URL:
Heaton Cooper Studio: http://www.heatoncooper.co.uk/ 
Taffy Thomas cantastorie: http://www.taffythomas.co.uk/index.html 
La fotografia di gruppo degli attori che hanno recitato in Twelfth night è stata presa dal sito della "Westmorland Gazette": http://www.thewestmorlandgazette.co.uk/events/South_Lakeland/975706.Event.Twelfth__Night/?ref=wo 
Ho parlato di The restorer di Amanda Stevens qui: http://ludo-ii.blogspot.co.uk/2014/02/le-mie-illusioni-perdute-e-i-libri-del.html 
Ho parlato di The kingdom e The prophet di Amanda Stevens qui: http://ludo-ii.blogspot.co.uk/2014/03/letture-recenti.html 
Post di Endimione dedicato a Mrs. Poe: http://bostonianlibrary.blogspot.co.uk/2014/07/recensione-mrs-poe-di-lynn-cullen.html
Post di Elisa dedicato a Mrs. Poe: http://lenovefigliedizeus.blogspot.it/2014/07/mrs-poe-di-lynn-cullen.html 
The thorn and the blossom sul sito di Quirk Books: http://www.quirkbooks.com/book/thorn-and-blossom

4 commenti:

Rosa Galasso ha detto...

Ciao,siamo veramente molto simili noi due...io ho due passioni incontrollabili:libri e borse!
Mi piacciono tutte quelle che hai acquistato,molto belle!

Ludo ha detto...

@Rosa I ♥ bags & books.

Elisa ha detto...

Tornata ieri dalla vacanza in campagna da dove connettersi era quasi impossibile...
Condivido la passione per borse e libri!!! :-)
Ora vado a leggermi tutti i post che mi sono persa...

Ludo ha detto...

@Elisa Bentornata! Io vado in vacanza tra 28 giorni (eh, sì: ho fatto la stecca!) Per quanto mi riguarda, credo mi godrò gli spazi urbani, visto che trascorro già parecchio nei paesaggi rurali inglesi. A proposito, dovrò informarmi su eventuali mostre e similia nell'Italia settentrionale, visto il mio imminente ritorno.

Ho avuto modo di scoprire che hai letto parecchio e credo che tu abbia recuperato energie a go go, visto che sei riuscita a pubblicare 2 post in 2 giorni.

Borse e libri... un sodalizio che dura da parecchi anni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...