mercoledì 25 settembre 2013

The perks of being... in Cumbria: Allan Bank


Allan Bank è una tenuta gestita dal National Trust, che si trova nel villaggio di Grasmere, nel parco nazionale del Lake District. Trattasi di una casa piuttosto ampia circondata da parecchio terreno, dove pascolano pecore, corrono scoiattoli, cervi e altri animali, senza dimenticare la gran quantità di corvi, presenti praticamente negli stessi numeri dei piccioni nelle aree urbane più grandi.

Il nucleo originario della casa fu costruito tra il 1805 e il 1808 da tale John Gregory Crump ed ebbe come primi locatari William Wordsworth e la sua famiglia allargata. I Wordsworth vi rimasero sino al 1811 e vi ospitarono personaggi che lasciarono il proprio sengo nella storia della letteratura inglese, quali Samuel Taylor Coleridge e Thomas De Quincey. Wordsworth amava i terreni attorno alla casa, ma l'abitazione di per sé gli diede parecchi grattacapi: d'inverno, le cappe dei camini non espellevano fumo correttamente, rendendo le camere invivibili, e le cantine erano bagnate.

Nel corso del tempo, fino agli anni più recenti, Allan Bank è sempre stata abitata e i vari proprietari e affittuari vi hanno apportato modifiche e hanno lasciato la loro impronta. L'idea di domesticità è rimasta, anche ora che la proprietà è gestita esclusivamente dal National Trust e aperta ai visitatori: chiunque può entrarvi, anche con i propri cani (purché al guinzaglio), senza preoccuparsi di scarponi infangati, e ha la possibilità di 'vivere' ogni stanza. In questo aiuta il fatto che gli arredi sono tutti di acquisizione recente, che ciò che c'è di originale è soprattutto la struttura in se stessa (anche se non mancano oggetti di antiquariato o di particolare valore.)


Dopo esservi serviti di tè o caffè gratis, potrete esplorare la casa, magari sedervi davanti al fuoco di un camino (ora funzionante) e rilassarvi, oppure ammirare il panorama da una delle ampie finestre.

Caminetto nello studio di Wordsworth

Bovindo nello studio di Wordsworth

Potrete anche sedervi a uno dei tavoli e, magari, provare a cimentarvi nella dattilografia con una vecchia macchina da scrivere.

Se avete dei bambini, questi avranno la possibilità di sfogarsi nella camera dei giochi (anche io vorrei lo scoiattolo rosso di peluche che si intravede su uno dei tavolini qui sopra.)


Se avete voglia di sgranchirvi le dita, al piano inferiore ci sono un bel pianoforte della seconda metà dell'Ottocento e una stanza dove potrete cimentarvi nel disegno e nella pittura. Se, però, la musica e le arti figurative non sono il vostro forte, spostatevi al piano superiore, nella stanza di Hardwicke Rawnsley e potrete provare con il lavoro a maglia.

Come scritto sopra, Allan Bank ha una lunga storia di proprietari e affittuari. Tra questi ci fu anche il canonico Rawnsley (vissuto qui tra il 1917 e il 1920,) co-fondatore del National Trust, insieme a Robert Hunter e Octavia Hill.

Coleridge's bedroom?


Se siete nel Lake District, probabilmente amate la natura, la montagna e, magari, siete pure appassionati di scalate, in tal caso visitate quella che potrebbe essere stata la camera di Coleridge, dove è conservata la biblioteca specializzata Chorley Hopkinson.

Parte della Chorley Hopkinson Library
Si tratta di una collezione di centinaia di volumi, molti rari e antichi, come A relation of a Journey to the glaciers in the Duchy of Savoy di Marc-Théodore Bourrit, qui presente in una seconda edizione in lingua inglese del 1776.


Allan Bank ha subito un tremendo incendio nel 2011, innescato da un problema elettrico nel tetto, in cui i topi avevano roso i fili elettrici. Sul ballatoio del primo piano sono esposti i resti delle porte che hanno evitato la completa distruzione della casa e si possono vedere le fotografie dei danni provocati. Dopo questo disastroso evento, Allan Bank non è più stata affittata ed è stata aperta al pubblico dal National Trust.

URL:
Pagina dedicata ad Allan Bank e Grasmere sul sito del National Trust:  http://www.nationaltrust.org.uk/allan-bank-and-grasmere/
Sito del National Trust:  http://www.nationaltrust.org.uk/

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...