domenica 4 agosto 2013

Dalla realtà al libro alla TV all'opera d'arte originale

Come un fatto di cronaca nera sia stato relazionato in un libro, da cui, poi, è stato tratto un film e, ancora, ha ispirato un altro film, ma ambientato in un universo alternativo, con diversi personaggi storici realmente esistiti, ma protagonisti di fatti mai avvenuti.

Il fatto a cui mi riferisco è l'omicidio di Road Hill House. Siamo nel piccolo villaggio di Road, in Inghilterra, l'anno è il 1860 e, in una bella casa di campagna, viene trovato brutalmente ucciso un bambino, Francis Savile Kent. Per le indagini fu inviato, da Londra, Jack Whicher, uno dei membri originali della prima squadra investigativa di Scotland Yard. Le vicende di Road furono seguite con molto interesse e ispirarono trame e topoi di tante delle sensation novels dell'epoca e, in particolare, La pietra di luna (1868) di Wilkie Collins, il cui sergente Cuff si rifà proprio a Whicher.


Nel 2008 Kate Summerscale scrisse il volume The suspicions of Mr Whicher (Omicidio a Road Hill House) in cui raccontava dell'omicidio di Road e di Whicher, una sorta di saggio costruito come un giallo, come si dice nella premessa all'edizione italiana Einaudi:

«Questo libro vuole conformarsi al modello della storia gialla ambientata in una casa isolata, modello che il caso di Road Hill House fece nascere, e ne usa alcuni stilemi narrativi. I contenuti, però, sono realistici. Le fonti principali consultate sono i documenti della polizia e della magistratura, conservati all'Archivio Nazionale di Kew, nel Sudest londinese, oltre a libri, pamphlet e articoli di giornale relativi al caso, scritti a partire dal 1860, tutti reperibili alla British Library. A complemento di queste fonti abbiamo consultato carte, orari ferroviari, manuali di medicina, almanacchi e memorie di membri della polizia.» (p. VII-VIII edizione 2010)

La Summerscale quasi gioca a fare la detective lei stessa ricostruendo il caso di Road e, volendo dare alla propria opera un sapore narrativo, trasforma Whicher in un protagonista/eroe, assumendo una posizione simpatetica e apologetica nei confronti suoi e del suo lavoro. Sposando la causa dell'investigatore, l'autrice focalizza l’attenzione su passioni, vizi, virtù, segreti delle persone che appaiono nella sua ricostruzione e inserisce nella scrittura melodramma, mistero, coincidenze: prende per mano il lettore, lo conduce dove desidera e rende il tutto più accattivante offrendogli alcuni degli elementi tipici dei romanzi sensazionalisti vittoriani.




Nel 2011 il canale britannico ITV produsse un film sulla vicenda di Road, di fatto tratto dal lavoro della Summerscale, definito dalla rete televisiva una «fact-based novel», un romanzo basato sui fatti, quasi svestendolo del valore di saggio oppure cercando di conferire un'attrattiva e un realismo maggiori al prodotto televisivo che, tuttavia, è più simile a una specie di thriller in costume che non a un documentario in cui si fa utilizzo di attori.


Il grande salto si è fatto, secondo me, nel 2013 quando ITV è tornata sugli schermi con Whicher, con il film The suspicions of Mr Whicher: the murder in Angel Lane, un caso inventato di sana pianta, in cui, oltre al detective, altri personaggi reali vengono catapultati in un universo alternativo e animano una sorta di produzione originale.

Non mi era ancora capitato di vedere un saggio trasformarsi, come fosse un romanzo storico, in un vero e proprio film, per poi finire per ispirare una sceneggiatura origiale. Trovo l'intera faccenda estremamente interessante e mi chiedo quando si ritenterà un'operazione del genere... forse con il nuovo romanzo della Summerscale, La rovina di Mrs Robinson? Io non l'ho letto, ma ho ragione di credere che sia costruito come Omicidio a Road Hill House e, quindi, si presti anche allo stesso trattamento.

Informazioni aggiuntive
Il libro della Summerscale è facilmente reperibile. Il film The suspicions of Mr Whicher è disponibile in DVD, in lingua inglese e con sottotitoli in inglese. The murder in Angel Lane per ora non è disponibile su DVD e non so se verrà mai distribuito.

Avvertimento
Se si è interessati all'opera della Summerscale o al film tratto da essa, consiglio di non cercare informazioni in internet sull'omicidio di Road Hill House perché la primissima cosa che si scoprirà è proprio chi ha ucciso Francis Savile Kent.   

Bibliografia e URL:
Sito dedicato al libro The suspicions of Mr Whicher: http://www.mrwhicher.com/
Kate Summerscale, Omicidio a Road Hill House ovvero invenzione e rovina di un detective, Torino, Einaudi, 2010
La definizione «fact-based novel» si trova sul sito ITV player: https://www.itv.com/itvplayer/the-suspicions-of-mr-whicher/series-1/episode-1-the-suspicions-of-mr-whicher
Video del trailer The suspicions of Mr Whicher: the murder in Angel Lane: https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=SdmuFTg9q9M

2 commenti:

bluewillow ha detto...

Ho letto il libro e mi è piaciuto molto, non sapevo ne avessero tratto un telefilm, in effetti è strano che questo accada a partire da un saggio :). Se ti è piaciuto lo stile di Kate Summerscale, io ho trovato interessante anche il suo secondo libro che non trattta affatto di gialli, ma dei primi divorzi vittoriani, si intitola "La disgrazia di Mrs. Robinson" ed è impostato con lo stesso stile saggistico, ma con molti riferimenti alla letteratura dell'epoca e all'influenza che questi casi ebbero su di essa.

Ludo ha detto...

Sì, anche io ho trovato particolare che abbiano tratto un film da un saggio e, poi, con lo stesso protagonista ne abbiano tratto un altro originale.

La disgrazia di Mrs. Robinson deve essere piuttosto diverso e mi incuriosisce... Il divorzio non doveva essere cosa facile da ottenere, oltre che da reggere all'epoca.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...